Archivi del mese: settembre 2012

Le Ombre: un nuovo spettro si aggira per il mondo

Da alcuni anni una nuova tremenda ossessione sta dilagando e conquistando la mente del fotografo medio: Le Ombre.

Le ombre come difetto, come errore, come nemici da annichilire a suon di Photoshop, da eliminare fisicamente con l’arma intelligente più letale che l’uomo abbia mai inventato: l’HDR (High Dynamic Range).

È un appello il mio: SALVIAMO LE OMBRE! Lasciamo che vivano nelle nostre fotografie. Non temiamole, fanno parte della vita prima che della fotografia. Permettiamo loro di nascondere qualche scampolo di mondo e, così facendo, di renderlo più interessante, più attraente, più degno di essere scoperto.

Una Fotografia senza ombre è come un mondo senza silenzio, un giorno senza notte, un cielo senza stelle: un incubo. Continua a leggere

Messa a fuoco

Attorno al 1865 Julia Margaret Cameron, appassionata fotografa della Londra vittoriana, replicava agli accademici londinesi che stigmatizzavano la sua “libertà” nella messa a fuoco, scrivendo all’amico Herschel queste parole:

“…al di sopra della Fotografia topografica puramente convenzionale consistente nel fare una mappa, nel dare a uno scheletro fattezze e forme senza quella rotondità e pienezza di forza, quel modellare di carni e di membra che soltanto la mia particolare messa a fuoco può dare, per quanto sia chiamata “fuori fuoco” e come tale condannata. Che cos’è il fuoco? E chi ha il diritto di dire qual è il fuoco giusto? La mia aspirazione è di nobilitare la Fotografia e di assicurarle il carattere e le qualità di una grande arte combinando insieme il reale e l’ideale e nulla sacrificando della Verità pur con tutta la possibile devozione alla Poesia e alla Bellezza…”  Continua a leggere